MASTINI TORNANO ALLA VITTORIA CONTRO I DAEMONS

3 aprile 2017. Vittoria doveva essere e vittoria è stata. I gialloblù del presidente Simone De Martin ritornano tra le mura amiche del Velodromo S.Lorenzo di Pescantina e ritrovano la vittoria dopo la delusione di Catania. Una prova convincente quella degli scaligeri del football contro una squadra, quella lombarda, pronta da subito a rendere difficile la serata alla truppa di coach Umberto Maggini. Ma è di nuovo il carattere dei cagnacci gialloblù a venir fuori alla lunga in un match che porta a quattro le vittorie in stagione, in attesa delle prossime tre gare di regular season che potrebbero delineare il futuro in post season dei Mastini. Passando alla cronaca sono subito bravi i Daemons ad approffittare di un’incertezza difensiva dei Mastini per portarsi in vantaggio con un bel lancio di Crimella per Lombardini che si invola per i primi punti della serata. (0 - 7). La reazione non tarda però ad arrivare perchè il quarterback gialloblù Carminati inizia a muovere palla con le corse di Alessandro Sebastiani che preparano lo splendido touchdown pass su “Storm" Savoia. Lo slot receiver numero 21 è libero nella parte centrale del campo e il perfetto lancio di Carminati lo imbecca per il momentaneo pareggio (7 -7). I Daemons non scherzano e dopo aver tentato il recupero di palla con un calcio corto improvviso, vanno di nuovo a segno con Brambilla, bravo a concludere in endzone una perfetta combinazione aerea dell’attacco di coach Olivo. Il calcio addizionale viene però bloccato da Diego Gennaro e compagni e il punteggio si fissa così sul 7 - 13. Siamo nel secondo quarto e le corse di Federico Quarella e le buone ricezioni di Simone Venturi danno buone sensazioni all’attacco di coach Maggini. È infatti tempo di violare nuovamente la goal line per “Storm” Savoia, abile in due splendide corse personali a perforare la difesa demone. Il calcio di Elia Viviani va a segno e i Mastini si trovano finalmente in vantaggio (14 - 13). Il punteggio entusiasma il reparto difensivo gialloblù che mette sotto pressione l’attacco dei lombardi con Argenta e Brunelli bravi a neutralizzare le incursioni centrali dei runningbacks in maglia Daemons e il quarterback Crimella. Il numero nove perde la freddezza mostrata nel primo quarto di gioco, e il suo gioco aereo viene soffocato dalla secondaria difensiva scaligera capitanata da un ottimo Jacopo Cagol. È monumentale poi Claudio Caglioni a placcare dietro la linea di scrimmage un quarto down cruciale che avrebbe potuto riaprire i giochi del match. Nel finale di quarto sono di nuovo i Mastini ad allungare nel punteggio quando Elia Viviani centra i pali per il 17 a 13. La filosofia offensiva degli ospiti inizia a vacillare perchè il gap control del fronte difensivo scaligero è impressionante. Viviani, Gennaro e compagni sorvegliano abilmente le incursioni centrali con l’aiuto di Ganlyen e Petrignani sempre attenti nelle coperture. Arriva poi lo splendido intercetto di Francesco Quarella a riconsegnare palla all’attacco scaligero in ottima posizione di campo. Carlo Carminati non ci pensa un secondo per preparare l’allungo degli scaligeri. Una buona ricezione di Venturi porta la squadra in buona posizione di campo. Carminati è bravo a leggere tra le maglie bianche dei Daemons lo spazio millimetrico per imbeccare Federico Quarella. Il numero 28 gialloblù riceve palla, la stringe a se, resistendo a due colpi della secondaria difensiva lombarda. È il touchdown del 24 a 13. Entusiasmo e fumogeni gialloblù tra il folto pubblico del Velodromo S.Lorenzo, per un match avvincente tra due squadre di ottimo livello. Al rientro in campo, le due squadre sembrano equivalersi con le due difese a farla da padrone. Per i gialloblù sono di nuovo degni di nota l’intercetto di Elia Viviani e la fumble recuperata da un attento Francesco Quarella in occasione di un punt toccato dalla squadra lombarda. L’ultimo quarto di gioco è di nuovo tutto di marca veronese quando Alessandro Sebastiani trascina il team verso la fine della gara con le sue corse personali che sfiancano la difesa dei Daemons. Il cronometro è inesorabile per la squadra ospite ed è bravo nella fase finale il quarterback scaligero Guido Pavoni, subentrato a Carminati, a gestire al meglio il drive che porta al field goal Elia Viviani. Il numero 8 scaligero centra i pali dalle trenta yards e il punteggio di 27 a 13 è poi quello finale di una gara ben gestita dai Mastini contro un avversario di qualità. A fine gara la gioia di tutti i gialloblù per una vittoria che allontana i fantasmi di una delusione, quella di Catania, che avrebbe in qualche modo potuto scalfire la mentalità vincente del team. La lunga pausa di campionato, per dare modo alla nazionale maggiore e a quella junior di giocarsi le chance europee di categoria, darà la possibilità ai gialloblù di recuperare forma fisica e qualche acciacco in vista della fase finale di campionato. Quattro vittorie ed una sconfitta sono certo un buon bottino per pensare alla post season, ma gli obiettivi dei gialloblù sono importanti - dice l’head coach Maggini nel fine partita ai suoi ragazzi. Ci sarà da lavorare ancora molto - conclude - per raggiungere tutti insieme il nostro obiettivo principale. Quello di essere una squadra in grado di ottenere ciò che desidera.

 

© Riproduzione riservata