BRAVES SBANCANO RAVENNA

2 marzo 2017. La prima di campionato, per i Red&Yellow, è stata una di quelle partite nelle quali esci sconfitto ma con tanta voglia di correggere le sbavature che ti hanno penalizzato, e soprattutto con tanta voglia di rivedere gli avversari che ti hanno appena battuto. La tensione del debutto in campionato c’era tutta, ma nonostante questo i Chiefs sono scesi in campo con l’atteggiamento giusto, tirando fuori subito la grinta di chi vuol dire la sua in questa stagione.
Coin toss vinto dai Braves Bologna che decidono di riceve e partire in attacco. Primo drive difensivo per i Chiefs, e subito un buon mix di aggressività ed esplosività conduce ad un primo turnover. Sale l’attacco bizantino per il primo drive offensivo, che si conclude altrettanto velocemente, ma non prima di aver dimostrato di essere presenti e pericolosi sia su giochi a terra che particolarmente su quelli aerei.
L’attacco bolognese, che riparte molto a ridosso dell’end zone ravennate (complice un punt non riuscito), vedendosi le strade bloccate sulle corse decide di affondare con il passing game. Decisione che porta ai primi 6 punti sul tabellone e conseguente additional points da 2. Brutto colpo da 8 punti che smuove gli animi della difesa giallo/rossa. Torna quindi in regia il QB Francesco Malta, che imbecca con un pass da circa 30 yards il forte WR Lorenzo Fiumana, il quale ringrazia e s’invola in end zone per i primi 6 punti. Non va il PAT (point after touchdown), bloccato dall’aggressiva difesa bolognese e si spreca così un punto prezioso (Braves 8 – Chiefs 6).
Dopo un primo quarto di studio tra le squadre, Bologna comincia a prediligere il gioco di lanci piuttosto che quello infruttuoso delle corse. Strategia azzeccata, che porta altri 20 pensanti punti sul tabellone per i Braves, tutti su lancio. Una secondaria giallo/rossa particolarmente sofferente sia nel corto che nel lungo gioco aereo, sarà di fatti il reparto più curato nella settimana di rifinitura prima della seconda partita di campionato. Dall’altra parte, invece, si è vista un’offense ravennate molto incentrata sul passing game, incappando però su molti intercetti, un rischio che si deve correre quando si lancia molto. All’half time squadre negli spogliatoi sul punteggio di 28-6 per i Braves Bologna.
Durante lo show offerto dalle spumeggianti Cheerleader, il coaching staff romagnolo ha cercato di “raddrizzare” gli umori ai propri atleti. E come spesso accade, il terzo quarto è il periodo dei Ravenna Chiefs.
La difesa rimaneggiata negli schemi e resettata a livello psicologico riesce a sbloccarsi, costringendo gli emiliani a molti turnover. Mentre il problema dell’attacco giallo/rosso ha continuato a persistere, non riuscendo a sfondare ne con le corse del pacchetto RB composto da Marco Incensi e Giovanni Bartoli, ed arrancando con il gioco aereo dove anche i migliori WR a disposizione del Quarterback, da segnalare una buona prestazione di Emmanuele Ferraraccio e dell’ormai consolidato Stefano Pazzaglia in arte “Flash”, sono stati costantemente tenuti sotto controllo e chiusi dai reattivi corner back bolognesi.
Prima dello scadere due belle giocate, purtroppo contrapposte, hanno acceso il folto pubblico al Chiefs Field. Un bellissimo intercetto vicino alla end zone emiliana, del forte LB Enrico Freddi, riportato per circa 20 yards con tanto di TD (touch down) e il colpo di grazia dei Braves che ha di fatto chiuso le ostilità stabilendo lo score finale sul 36-12.
Per l’head coach Michele Agnoletti, una partita in chiaro scuro dove non si sente di “condannare” la sconfitta ma nemmeno di elogiare l’operato dei suoi. Sicuramente c’è da migliorare la disciplina in campo nell’esecuzione degli schemi e cercare di valorizzare ancor di più le potenzialità che possono esprimere i suoi. Per quanto riguarda la difesa, come detto in precedenza ci sarà da mettere a punto il back field, in vista anche del prossimo incontro nella week 2, dove i Chiefs saranno ospiti dei forti Warriors Bologna (squadra retrocessa dalla massima divisione), i quali dispongono di un gioco aereo molto rodato. Vi diamo quindi appuntamento a Sabato 04/03 alle ore 21 presso la Lunetta Gamberini di Bologna.

 

© Riproduzione riservata