I DAEMONS SI ARRENDONO AI BENGALS

7 marzo 2017. Trasferta dolorosa per i Daemons che, di fronte a dei Bengals veramente agguerriti e , come previsto, per nulla scossi dalla sconfitta di settimana scorsa, si sono dovuti arrendere con il perentorio risultato di 24-8 per i padroni di casa. La trasferta, già di per se complicata viste le assenze importanti in casa demone, diveniva ancor più complicata fin da subito. I padroni di casa infatti non perdonavano e segnavano nei loro primi due drive offensivi, prima con la corsa di Cristiano e poi con la ricezione in touchdown di Franchi.
Il primo quarto si chiudeva sul 12-0 con i Bengals in controllo della partita e i Daemons incapaci di reagire.
Nel secondo quarto il bilancio per i Daemons si aggravava: perso per infortunio Basso, i Daemons continuavano a compiere molti errori in attacco, soprattutto in Red Zone. Implacabili i Bengals allungavano ancora con la ricezione di Gaggiotti per il 18-0 con il quale si chiudeva il primo tempo.Nel secondo tempo la musica non cambiava: i Daemons, sempre pasticcioni in attacco e cortissimi in difesa, non riuscivano a ribaltare il risultato. Il nervosismo, che è un pessimo compagno di squadra nel football, non aiutava e così si giungeva al quarto periodo sempre sul punteggio di 18-0. I Daemons con un sussulto d'orgoglio riuscivano finalmente ad accorciare le distanze con il touchdown di Mondin ma ormai era troppo tardi e i Bengals chiudevano la partita da vincitori mettendo il sigillo finale con la ricezione in touchdown di Viviani per il definitivo 24-8.I Daemons hanno ricevuto, a Brescia, una lezione di football: hanno incontrato una squadra tosta, atletica, calma e soprattutto volenterosa. Come ribadito da coach Rossi e coach Olivo nelle interviste post partita i Daemons sono cresciuti, ma devono maturare ancora, fare tesoro delle sconfitte, come quella patita Sabato e anzi usarle come motivazione per migliorarsi, soprattutto sotto l'aspetto mentale.
© Riproduzione riservata